Attualità
stampa

Giulio Ghirardelli va in pensione

Dopo 40 anni trascorsi dietro l’obiettivo, il fotografo candelese chiude il negozio di via Iside Viana

Parole chiave: ghirardelli (1), pensione (2), fotografia (5), candelo (23)
Giulio Ghirardelli con la figlia Elena e Monica Curnis

Giulio Ghirardelli ha trascorso più di 40 anni dietro l’obiettivo a fermare nei suoi scatti la vita della gente di Candelo e la storia biellese. Ora ha deciso di riposarsi e passare il testimone alla figlia Elena: da sabato il laboratorio della famiglia Ghirardelli, aperto in via Iside Viana 37 anni fa, chiuderà i battenti.

Al suo interno Giulio, la moglie Daniela ed Elena hanno visto passare tantissimi clienti e nel tempo hanno raccolto un archivio smisurato di immagini e, più tardi, di foto digitali. «Ho intenzione di donare negativi, stampe e foto all’amministrazione comunale perché conservi la memoria storica del paese» dice Giulio Ghirardelli. Non c’è manifestazione a cui non abbia partecipato, sorriso che abbia dimenticato di ritrarre.

Ora la figlia Elena farà rivivere l'attività di famiglia insieme a Monica Curnis, ma la fotografia sarà solo una delle componenti della “Double One”, l’officina creativa che le due giovani hanno deciso di lanciare attraverso il sito internet www.thedoubleone.com.

La nuova attività infatti si basa sulle competenze delle due giovani: Elena è architetto, fotografa e pittrice, Monica è architetto e interior design. Gli ambiti di intervento sono diversi: direzione artistica per allestimento di negozi e di eventi, per ville singole, appartamenti e show room, studi di interior design, artdesign con oggetti e opere artistiche, servizi fotografici commerciali, per cerimonie e ritratti, consulenza estetica per personalizzare gli ambienti e installazioni.

Giulio Ghirardelli va in pensione
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento