Sport
stampa

Basket: finisce il sogno dell'Angelico, vince Verona 84-75

Rossoblu sconfitti dopo un supplementare. Non bastano 22 punti di Ferguson

Parole chiave: basket (360), angelico (394), verona (11), playoff (59), serie A2 (129)
La curva Barlera [www.pallacanestrobiella.it]

Finisce dopo 45' di una battaglia che resterà per molto tempo nel cuore e nella mente dei tifosi rossoblù la stagione ‎dell'Angelico Biella. I rossoblù perdono 75-84 dopo un supplementare contro una fortissima Tezenis Verona. Non basta alla squadra di Carrea una rimonta incredibile dal 32-46 di metà terzo periodo al 59-57 di inizio ultimo quarto. Nonostante i 23 rimbalzi offensivi contro i soli 4 di Verona, Biella ha tirato con 0/12 da tre nel primo tempo, 8/41 alla fine, sprecando nel supplementare un potenziale +4 con gli errori ai liberi di Ferguson (1/4 al supplementare, 8/14 alla fine). Una tripla di Brkic nel finale di tempi regolamentari ed una di Amato nel supplementare hanno deciso un match ed una serie che la Tezenis ha vinto con merito. Coach Michele Carrea ha commentato così la partita dei suoi: «I ragazzi sono distrutti, perché il loro desiderio di portare avanti questo percorso era infinito. Per quanto riguarda la partita di stasera, il mio più grande rammarico è quello di non essere riuscito a dare sufficiente coraggio alla squadra per affrontare nel modo giusto questa gara 5. I ragazzi hanno dimostrato di essere giocatori veri, compiendo una rimonta incredibile. Alla fine credo che Verona sia stata più brava di noi, meritando sul campo di passare il turno. Valuto povero e poco in linea con quella che è la visione del gioco e dello sport quanto successo invece a contorno». L'allenatore rossoblu parla poi così degli errori ai liberi di Ferguson: «‎Jazz ha dovuto prendersi l'80% delle responsabilità offensive della squadra e questo ovviamente ha pesato sui suoi errori. Sono orgoglioso del giocatore e dell'uomo che è stato qui a Biella e credo che tutti debbano avere riconoscenza per questo professionista, che in campo ha messo anche l'ultima goccia di sudore». Un distrutto capitan De Vico ha parlato così dopo coach Carrea: «Sono stati sempre un passo avanti a noi in queste tre partite ed hanno meritato la serie, però a livello umano sono stati irrispettosi. Fossi un veronese non sarei orgoglioso di loro. ‎Per quanto riguarda la partita, ‎avevamo tutta la città che tifava per noi oggi, una sensazione che non ho mai provato in otto stagioni qui a Biella. Entrare in campo con tutta la curva già li pronta a tifare è stata un'emozione incredibile, che mi ha fatto tremare le gambe». ‎Biella esce a testa alta dalla partita e da una stagione che lascia un po' di rammarico, ma che merita davvero solo applausi. 
TABELLINO 
Angelico Biella-Tezenis Verona 75-84 d1ts (16-18; 28-39; 54-57). 
Biella. Venuto 10, Ferguson 22, De Vico 17, Hall 7, Tessitori 7, Pollone 3, Wheatle, Udom 9. Ne: Rattalino, Pasqualini, Massone. Allenatore: Michele Carrea. 
Verona. Robinson 3, Frazier 32, Portannese 13, Totè 2, Diliegro 10, Amato 11, Boscagin 4, Pini 4, Brkic 5. Ne: Guglielmi, Rovatti. Allenatore: Luca Dalmonte. 

Basket: finisce il sogno dell'Angelico, vince Verona 84-75
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.