Il Sefer Torah – più antico al mondo – della Comunità Ebraica di Vercelli e ritrovato nella Sinagoga di Biella, nel borgo storico del Piazzo, potrà essere ammirato fino al 16 settembre al Museo di Antichità di Rouen, in Normandia, nell’ambito della mostra “Savants & Croyants. Les Juifs d’Europe du Nord au moyen âge”, organizzata dalla Reunion des Musées Metropolitains Rouen Normandie. Esposizione importante – forse la prima in Francia ed in Europa, secondo gli organizzatori – propone la storia, il culto, la vita degli ebrei nord-europei durante il medioevo. «Nella mostra – viene spiegato – sarà possibile ammirare il più antico Sefer Torah esistente al mondo, ritrovato a Biella e di proprietà della Comunità Ebraica di Vercelli, datato, grazie a puntuali analisi chimiche e paleografiche, anno 1250 circa. Sono passati alcuni anni dalla sua identificazione nella Sinagoga di Biella, anni in cui la presidente della Comunità, Rossella Bottini Treves si è attivata per assicurarne la conservazione e il restauro, in accordo con il rabbino di riferimento, rav Elia Richetti congiuntamente al sofer rav Amedeo Spagnoletto, che hanno verificato l’opportunità del suo restauro. Questo intervento, condotto da rav Spagnoletto, ha avuto una durata di un anno e mezzo e ha portato alla restituzione, il 6 marzo 2016, di un rotolo sacro nuovamente kasher ed adeguato all’uso liturgico. Nel 2016, questo importante momento della vita ebraica internazionale, è stato celebrato con la cerimonia dell’Haknasat Sefer Torah presso la Sinagoga di Biella al Piazzo, alla presenza di rabbini, istituzioni, di tutta la Comunità e della Fondazione Beni Culturali Ebraici in Italia che ha supportato il restauro». Il Sefer Torah, sotto il nome di “roleau liturgique de la Torah”, è collocato, nell’ambito della mostra francese, nella sezione dedicata al culto ebraico, al posto d’onore, al termine dell’esposizione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome