Verrà riaperta entro la fine dell’anno, se tutto procederà come previsto, la provinciale Pollone e Sordevolo, chiusa dallo scorso 19 maggio in seguito ad una frana che ha praticamente visto sprofondare metà della carreggiata. Ultimate tutte le pratiche burocratiche e depositato il progetto, la Provincia ha ufficializzato il maxi-investimento di 250mila euro per consentire la riapertura di una via di collegamento importante della Valle Elvo. A fare il punto ‎della situazione è il presidente della Provincia, Emanuele Ramella Pralungo: «Abbiamo cercato di accelerare e snellire quanto più possibile quanto più possibile la parte burocratica. Contemporaneamente, attraverso vari spostamenti di bilancio, siamo riusciti a ricavare 250mila euro, che verranno investiti interamente nei complessi lavori necessari sul tratto di strada. Circa metà della somma, per la precisione 130mila euro, deriva da fondi regionali già a bilancio per funzioni delegate alle province. Come è evidente, non si tratta di una semplice asfaltatura, ‎in quanto la frana ha coinvolto anche il terreno su cui il manto poggiava. A breve verranno individuate, con procedura d’urgenza, le ditte che effettueranno i lavori. Mi auguro che il cantiere possa essere inaugurato entro la fine dell’estate». Sulla riapertura della strada, Ramella chiede pazienza e comprensione, dando però una data indicativa: «Se tutto procederà come ci auguriamo, la strada sarà nuovamente percorribile prima della fine del 2018».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome