A Castellengo il turismo ha trovato terreno fertile

0
502
A Castellengo il turismo ha trovato terreno fertile: dalla collaborazione tra Cascina Foresto, Cascina Preziosa, il ristorante Panta Rei di Cossato e l’associazione Intorno al Castello è nata una proposta che ambisce ad accogliere visitatori provenienti da diverse regioni del nord Italia.
Spiega Alessandro Ciccioni, titolare con la moglie Magda Zago di Cascina Foresto e dell’azienda vitivinicola Centovigne che ha sede nel castello di Castellengo: «Abbiamo formulato un pacchetto di offerte turistiche in collaborazione con Cascina Preziosa, un’altra azienda vitivinicola della zona, e con la disponibilità di Marco Macchieraldo “Il Macchie”, istruttore di nordic walking, e quella di un’attività di Benna che affitta e-bike. Tra le possibilità che proponiamo ci sono anche quelle legate all’Ecomuseo del Cossatese, con cui si è creato un clima molto positivo di collaborazione. La proposta è ampia e rientra nell’ottica del turismo sostenibile».
L’articolo completo è su il Biellese del 14 luglio.
Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome