Aziende, LAM officina meccanica di precisione ottiene una nuova certificazione di qualità

0
320

Passione e precisione sono il motto di LAM, un’azienda nata a Vigliano Biellese e che ha voglia di crescere. L’alto grado di specializzazione dei collaboratori, l’organizzazione efficace del lavoro e Il parco macchine di ultima generazione, hanno consentito all’azienda di vedere riconosciuta una nuova certificazione. Oltre alla UNI EN ISO 9001:2015, infatti, LAM ha recentemente ottenuto la EN 9100:2018, che rappresenta un ulteriore vantaggio per affermarsi nella realizzazione di componentistica integrata per le più complesse produzioni industriali, in particolare per il settore aeronautico.
«Passione e precisione sono le caratteristiche che ci distinguono da sempre – afferma Amedeo Lugli, fondatore e titolare di LAM – da quando abbiamo aperto il primo laboratorio a quando, per primi, abbiamo deciso di investire nelle macchine a controllo numerico sul territorio. Oggi siamo particolarmente soddisfatti di vedere riconosciuto il nostro impegno con l’ottenimento di questa nuova certificazione: per noi non è solo un traguardo, ma anche un nuovo di punto di partenza. Vogliamo infatti continuare a migliorarci attraverso la spinta allo sviluppo costante delle nostre performance in termini di produzione e di supporto al cliente e di aggiornamento della nostra forza lavoro».

L’azienda
La Meccanica di Precisione Lugli Amedeo nasce nel 1979 in un piccolo laboratorio. Oggi LAM è diventata un punto di riferimento nelle lavorazioni di fresatura, tornitura, rettifica e controllo qualità e occupa una cinquantina di dipendenti su tre turni in uno stabilimento multi-reparto a Vigliano Biellese.
E’ specializzata nella realizzazione di componenti meccanici di precisione per macchine automatiche, macchine utensili, robotica, aeronautica, packaging, imbottigliamento, meccanotessile, meccatronica, elettronica industriale impiantistica. La qualità, la flessibilità, l’innovazione sono elementi centrali nella filosofia della Lam: una realtà legata al territorio ma con una grande apertura verso l’estero, la metà del suo fatturato è rappresentato infatti dall’export, in particolare con un’apertura verso mercati quali la Svizzera e la Germania.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome