Il sindaco di Biella Claudio Corradino, con gli assessori Giacomo Moscarola, Barbara Greggio, Silvio Tosi e Davide Zappalà, ha approvato nella giunta comunale di ieri le misure economiche per «ristorare le imprese che hanno subito delle perdite».
Il Comune ha stanziato 200 mila euro per risarcire gli operatori sui versamenti Tosap. Coloro che sono stati chiusi (bar e ristoranti, ambulanti e tutti coloro che non hanno potuto utilizzare il suolo pubblico) si vedranno restituire la Tosap per il periodo dall’11 marzo al 18 maggio.
Sono poi state spostate le scadenze per il pagamento dell’Ica, la tassa sulla pubblicità. La seconda rata è stata spostata al 31 luglio, la terza al 30 settembre e l’ultima al 31 ottobre.
Per il 2020 è stata anche “congelata “ la tassa di soggiorno.
In conferenza stampa l’assessore Tosi ha dichiarato che sono allo studio, confidando in azioni comuni con il Governo, sostegni per l’Imu. Il comune di Biella ha poi deliberato che, laddove la viabilità lo consenta, i dehor potranno aumentare sino al cento per cento lo spazio senza alcun aumento di tassa sul plateatico.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome