Nicola Tartaglino lo aveva promesso alla vigilia del consiglio comunale di insediamento: dai banchi della maggioranza di Candelo non avrebbe avuto un ruolo di acritica accettazione delle proposte della giunta. Nel caso ci fossero stati suggerimenti o contestazioni sull’operato dell’amministrazione di Paolo Gelone, non avrebbe esitato a fare sentire la propria voce.
Ed ecco la prima interpellanza consegnata in questi giorni negli uffici comunali: «Nella scorsa legislatura sono state apportate importanti modifiche all’assetto della viabilità, senza uno studio specifico che delineasse aspetti positivi e negativi derivanti dall’istituzione del senso unico nelle vie Fiume, Debais, San Francesco e in una parte di corso Libertà» dice Tartaglino. «Ritengo che queste valutazioni siano state attuate con il solo intendimento, da parte dei componenti della giunta precedente, di mettere in risalto la propria figura di amministratore, con un inspiegabile desiderio di protagonismo».
L’articolo completo è su Il Biellese del 24 settembre.
Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome