Parla con orgoglio l’ex ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina della Dad, la didattica a distanza, che è stata presentata alcuni giorni fa come case history alla kermesse mondiale di Google for Education. Ecco cosa ha scritto sulla sua pagina Facebook la Azzolina, attuale portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei deputati: «Sapete che in questi mesi ho lottato per il rientro in presenza di studentesse e studenti, perché le lezioni in classe sono insostituibili e la Dad può essere considerata solo una misura temporanea. La Dad, però, è stata anche una misura preziosa: un anno fa, quando la pandemia ci ha travolto improvvisamente – primo Paese occidentale ad esserne colpito – non avevamo punti di riferimento. In pochi giorni abbiamo costruito un modello, partendo da zero, nonostante mille difficoltà e anche – lo ricordo – le diffide che arrivavano. Quel modello ci ha comunque permesso di rimanere in contatto con gli studenti e di tenere unita la comunità scolastica.
Abbiamo realizzato una pagina ufficiale con le piattaforme digitali consigliate e i materiali didattici, avviato una partnership con la Rai, proposto centinaia di ore di webinar per la formazione dei docenti, promosso i gemellaggi tra le scuole e, naturalmente, abbiamo acquistato e distribuito centinaia di migliaia di dispositivi digitali, computer, tablet e connessioni». Qui la Azzolina entra nello specifico della citazione di Google for education, postando anche un video (che potete vedere qui sotto): «L’esperienza italiana sulla Dad è stata presentata alcuni giorni fa come case history, in cui si definisce “degno di nota” e “rapido” il lavoro che abbiamo fatto al riguardo. Un riconoscimento che mi sento di dover rivolgere anche e soprattutto al grande impegno dei docenti, dirigenti scolastici, personale Ata e famiglie».
Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome