L'assessore Cristina Bernardi.
Durante gli scavi in piazza Piave, dove da qualche settimana è in corso una riqualificazione, sono stati rinvenuti due muri.
Il primo non ha interferito con l’intervento di rifacimento della piazza perché la sua presenza era conosciuta. Spiega l’assessore Cristina Bernardi: «Eravamo al corrente del muro trovato nella zona di piazza dalla parte di via Don Minzoni: fa parte di un edificio ottocentesco demolito nei primi anni del Novecento, documentato dalle mappe. Nella parte centrale della piazza invece è comparso un muro più antico, che potrebbe risalire all’epoca medievale».
In questo caso la situazione è più critica: i lavori di scavo sono stati interrotti ed è stato necessario richiedere l’intervento della Soprintendenza.
L’articolo completo è su Il Biellese dell’11 ottobre.
Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome