“Cura di Sé e Cura dell’Altro: Mail Art Project”, al via la mostra con 2166 cartoline artistiche

0
269
Oltre ogni aspettativa. Sono i risultati raggiunti dalla call “Cura di Sé e Cura dell’Altro: Mail Art Project”, avviata a settembre 2021 dal Servizio Formazione e Sviluppo Risorse Umane AslBi, in collaborazione con Fondazione Pistoletto – Cittadellarte e Fondazione Bonotto.
Saranno 2.166 le opere esposte in Fondazione Pistoletto – Cittadellarte. La mostra, che sarà inaugurata venerdì 22 aprile, sarà visitabile fino al 22 maggio. La visita all’esposizione è a ingresso libero, il sabato e la domenica dalle ore 11 alle 19; i gruppi scolastici e altri gruppi potranno invece prenotare una visita guidata su settimana, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle 17.
Maggiori informazioni sono disponibili al sito internet vocieimmaginidicura.it.
La call consisteva in tre “chiamate alle arti” indirizzate agli studenti biellesi, agli studenti italiani e agli artisti di tutto il mondo.
«Inizialmente la nostra call era rivolta solamente agli Istituti Superiori, ma con grande gioia abbiamo scoperto che l’importanza del tema della cura raggiunge anche i più piccoli, così come anche i più grandi», commenta Vincenzo Alastra, Responsabile del Servizio Formazione AslBi.
L’idea prendeva forma nell’ambito del protocollo d’intesa “Laboratorio permanente: Cura di Sé e Cura dell’Altro”, firmato da AslBi e da cinque Istituti Superiori del Biellese. Durante l’anno scolastico 2021/2022, il progetto ha preso una piega internazionale, grazie al coinvolgimento e alla partecipazione di artisti provenienti da tutto il mondo.
Uno dei motivi per i quali i risultati dell’iniziativa hanno superato le aspettative degli organizzatori è legato alla partecipazione di gruppi non ricompresi nelle call: Università, Accademie di Belle Arti, associazioni, onlus, professionisti sanitari… “Cura di Sé e Cura dell’Altro: Mail Art Project”, con le sue 21 settimane di apertura, ha visto la partecipazione di moltissimi lavori svolti in gruppo, riconferma che quello di cura è un concetto che nasce soprattutto dalla comunità, dalla collaborazione, dalla cooperazione e dall’interessamento e aiuto reciproco.
Tra le partecipazioni più massicce troviamo infatti quella dell’Istituto Comprensivo “Cesare Pavese – Candelo Sandigliano”, che ha partecipato con 16 classi e oltre 300 ragazzi, insieme alle loro cartoline artistiche. Impossibile qui non ricordare anche gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Carrara (48 studenti, 22 opere e un totale di 123 cartoline), quelli dell’Università degli Studi Bologna e dell’Università di Pavia.
Le scuole superiori biellesi hanno partecipato attivamente realizzando ben 389 cartoline artistiche, mentre le altre scuole superiori italiane, con le loro 25 classi su 12 Istituti, hanno inviato 469 opere.
In definitiva, il Servizio Formazione e Sviluppo Risorse Umane dell’ASLBI è stato sommerso da opere d’arte in miniatura, che possono vantare una provenienza globale: 33 Paesi.
Già da mercoledì 20 aprile, Biella ha potuto ammirare un’anteprima delle cartoline in esposizione in Fondazione Pistoletto – Cittadellarte, attraverso la proiezione, organizzata grazie alla collaborazione con il Comune di Biella, sulle pareti della chiesa della SS. Trinità.
La proiezione animerà il centro città tutte le sere, a partire dalle ore 21, fino alla data di chiusura della mostra il 22 maggio.
Fino al 27 aprile inoltre è possibile votare le proprie cartoline preferite tra quelle realizzate dagli studenti biellesi. Per farlo è sufficiente collegarsi alla pagina Facebook “Pensieri Circolari” e lasciare un “Mi piace” alle immagini caricate all’interno dell’album “Classi biellesi: vota le tue preferite! – #MAP21”. Le cartoline con il maggior numero di like determineranno le classi vincitrici del contest #MAP21.
Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome