Quasi completo l’arrivo di pietre dai Comuni della provincia di Biella sulle quali sono incisi nome del paese e numero dei caduti durante la prima guerra mondiale. Alcune “lose” già posate, saranno affiancate da quelle provenienti da altre località di Piemonte e Sardegna.

La fattibilità del progetto di pavimentazione dell’area monumentale di Nuraghe Chervu ad opus incertum, formato da materiale lapideo di dimensioni massime 30x40x7 cm, è stata monitorata dagli Uffici “Parchi e Giardini” su indicazioni dell’Assessore Valeria Varnero, coinvolgendo inizialmente i 78 comuni viciniori. Con deliberazione n. 409 del 30.10.2017, il Comune di Biella ha accolto la proposta del Circolo Culturale Sardo “Su Nuraghe” per il completamento dell’area monumentale con pietre provenienti da regioni d’Italia. L’iniziativa, accredita quale progetto rientrante nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale, ha il sostegno del prefetto di Biella, dott.ssa Annunziata Gallo che ha esteso l’invito ai Comuni piemontesi e ai Comuni sardi, attraverso le locali autorità di governo presenti nelle due regioni.

Domenica 17 marzo 2019 è la data fissata per l’inaugurazione dell’area di Nuraghe Chervu per consentire la presenza tutti i Sindaci altrimenti impegnati nei propri comuni per le celebrazioni del IV Novembre.

Per questo motivo, è ancora possibile consegnare la pietra entro il 31 dicembre prossimo.

Per info e delucidazioni, contattare: Ufficio Tecnico del Comune di Biella verde.pubblico@comune.biella.it, o Circolo Culturale Sardo Su Nuraghe, all’indirizzo info@sunuraghe.it – 015 34638

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome