In tanti per ricordare Guido, l’alpinista poeta

0
1037

Sabato mattina sono saliti in tanti alla Bocchetta del Lago del Mucrone per poi ridiscendere di un centinaio di metri verso la Valle Elvo nel luogo scelto dal Comune di Pollone come area per la deposizione delle ceneri per chi in vita ha amato la montagna. Commovente la semplice cerimonia che ha visto l’inaugurazione di una targa realizzata dalla ditta Ploner su disegno di Placido Castaldi e la deposizione delle ceneri di Guido Machetto, il più grande alpinista biellese morto 42 anni fa in un incidente sul Monte Bianco. Tra i presenti, oltre alla sorella Carla, gli amici e compagni di scalate Beppe Re, Giovanni Antoniotti ed Ettore Gremmo. Sul giornale di martedì ampio servizio.

 

Nelle foto:

I tanti appassionati di montagna, tra cui soci del Club Alpino con tutti i presidenti che negli anni di sono succeduti, gli istruttori Scuola di Alpinismo del Cai, i volontari del Soccorso Alpino, le guide alpine, i soci della Pietro Micca, e gli amici e compagni di cordata di Guido Machetto, intervenuti sabato alla Bocchetta del Lago del Mucrone per la cerimonia di deposizione delle ceneri del grande alpinista scomparso 42 anni fa.

Il vicesindaco di Pollone Lucia Acquadro interviene durante la cerimonia della deposizione delle ceneri di Guido Machetto e di inaugurazione dell’area cimiteriale alla Bocchetta del lago del Mucrone.

Il luogo in cui sono state deposte le ceneri dell’alpinista Guido Machetto viene ricoperto dalla terra.

Carla Machetto pone un sasso sul luogo in cui sono state deposte le ceneri del fratello.

Il sindaco di Pollone Vincenzo Ferraris e Carla Machetto scoprono la targa realizzata dalla ditta Ploner su disegno dell’artista Placido Castaldi.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome