Nella videoconferenza che ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di venerdì, c’è stato un utile confronto: «Un dialogo proficuo che è servito a mettere sul tavolo le criticità presenti, nell’ottica di cercare soluzioni condivise che vadano nella direzione della tutela di un bene, le funivie di Oropa, di grande valore strategico e turistico per il nostro territorio biellese» ha spiegato l’assessore regionale Chiara Caucino, presente insieme al direttore Paola Casagrande e ai vertici della Fondazione.
Il tema centrale è stato il futuro prossimo delle funivie. «Entro breve, la Regione sbloccherà i circa 23.000 euro del finanziamento per la stagione sciistica 2016/17 a favore della Fondazione – spiega Chiara Caucino –. In questo momento di mancati introiti, anche queste risorse sono estremamente preziose. Il ritardo è dovuto al riaccertamento dei residui da parte della ragioneria regionale; come detto dalla dott.ssa Casagrande, a breve, tale somma sarà erogata, permettendo la sopravvivenza della Fondazione».
La partita più importante è legata alla revisione generale della funivia, la cui scadenza inderogabile è dicembre 2021, nonché al progetto C.Oro, piano che contiene lo studio di fattibilità per lo sviluppo della Conca di Oropa: «Le risorse necessarie sono rilevanti, ma vi è la volontà e l’impegno della Regione ad individuare soluzioni che possano rispondere alla necessità di garantire la valorizzazione e la sostenibilità della Conca».
Ricorda, infine, l’assessore Caucino che «le funivie di Oropa sono un vero e proprio gioiello del nostro Biellese e fanno parte a buon diritto della nostra tradizione. Per nessuna ragione, bisogna rinunciare a questo patrimonio».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome