A Occhieppo Superiore è polemica sulle condizioni della strada che porta al cimitero di frazione Galfione. Ad accendere la miccia è stato Guido Dellaroreve, ex sindaco e attuale consigliere di minoranza: «Sono indignato ed amareggiato che ad Occhieppo Superiore il sindaco Emanuele Ramella Pralungo, evidentemente troppo impegnato a gestire la Provincia che amministrare il suo comune, abbia lasciato una tale indecenza sulla strada che porta al cimitero. E proprio nel giorno dei morti» dichiara Dellarovere. L’ex primo cittadino aggiunge: «Non si tratta del cimitero principale del paese, ma non esistono morti di serie A e morti di serie B. I famigliari che si recano a deporre un fiore e a ricordare una persona amata devono avere il medesimo diritto di poterlo fare in centro come in periferia. È piovuto, è vero. Ed anche tanto. Ma non può essere una giustificazione. L’attenzione va ripartita in modo equo. E un minimo di sensibilitá e di rispetto vanno curati». Infine la chiusura con una stoccata al presidente uscente della Provincia: «‎Spero che chiunque a breve prenderá il posto di Ramella (a meno che sia cosí attaccato alla poltrona da proporsi per la terza volta) si prenda cura del cimitero di Galfione, non solo vantandosi di averlo preso in carico dalla parrocchia per poi non fare una minima manutenzione». Inizialmente Ramella aveva replicato dicendo che la strada in oggetto non è pubblica ma privata. Dopo aver consultato i relativi documenti però il primo cittadino ha corretto il tiro: «Sono abituato a chiedere scusa quando sbaglio e in questo caso ho valutato erroneamente il tratto di strada in questione. Effettivamente è di proprietà del comune, in seguito ad un’acquisizione fatta dallo stesso Dellarovere durante la sua amministrazione». La sostanza però, secondo il primo cittadino, non cambia: «L’oggetto della contestazione a mio parere era e resta ridicolo. ‎Non si tratta di buche, ma di pozzanghere che, in periodi di piogge abbondanti, si formano naturalmente in strade non asfaltate» sottolinea Ramella. «Queste pozzanghere non hanno certamente creato disagi, nè a chi ha percorso la strada in macchina nè ai pedoni, disagi che invece ci sono stati negli scorsi giorni in diverse zone del paese, con alberi caduti sulle strade e frazioni rimaste senza corrente elettrica». Infine la replica a Dellarovere sulla questione acquisizioni e una puntualizzazione sui futuri lavori che riguarderanno il cimitero: «L’ex sindaco dichiara come sia facile realizzare un acquisizione. Intanto noi l’abbiamo fatta (nel 2011, ndr) e lui no. Quanto agli investimenti di questa amministrazione per il cimitero, presto verrà realizzato un parcheggio con 15 posti auto, grazie a un progetto frutto di accordi con i proprietari del tratto di strada privato».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome