È morto nel tardo pomeriggio di oggi nella sua abitazione a Candelo Orazio Scanzio. Le sue condizioni si erano aggravate nell’ultimo periodo quando era stato anche ricoverato a Candiolo. Volto notissimo della politica biellese, Scanzio era stato presidente della Provincia dal 1999 al 2004 (eletto con il Polo delle libertà che metteva insieme Udc e Forza Italia) dopo Silvia Marsoni e vice presidente dal 2009 al 2012. Unanime in queste ore il cordoglio. Molti colleghi di politica e amministratori hanno affidato ai social network il loro ricordo di Scanzio che aveva 72 anni. Il sindaco di Gaglianico Paolo Maggia poco fa sulla sua pagina Facebook ha ricordato l’ex presidente della Provincia come «una persona per bene, un politico con stile e atteggiamento sempre garbati», accompagnando le parole con una fotografia che ritrae Scanzio su un’auto storica, una delle sue passioni così come i gioventù, in ambito sportivo, lo era stato il ciclismo.
Uomo dalla profonda attenzione per il territorio, stimato nel suo ruolo di geologo, Scanzio è stato direttore del Collegio dei costruttori edili.

Anche il Comune di Biella si è aggiunto poco fa ai tanti che stanno ricordano Orazio Scanzio. Sulla pagina ufficiale Facebook del Comune il saluto: «La Città di Biella è in lutto per la scomparsa di Orazio Scanzio, presidente della Provincia di Biella dal 1999 al 2004. Storico direttore del Collegio dei costruttori Edili, era stato candidato a Biella nelle ultime elezioni nella Lista Civica Biellese. Tutta l’amministrazione di Biella si stringe attorno alla sua famiglia in questo triste momento. Ciao Orazio».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome