Nel volgere di una settimana, dall’annuncio di una riunione tra il presidente Sergio Chiamparino e le fondazioni piemontesi per reperire le risorse necessarie al completamento del restauro della basilica di Oropa, è stato trovato ieri a Torino l’accordo economico tra le parti, alla presenza del vice presidente della Regione Aldo Reschigna. Saranno stanziati ulteriori 210.000 euro: 50 mila euro aggiunti dalla Regione e 160 mila messi a disposizione dalle fondazioni. Sono importi che si aggiungono ai quasi 2 milioni di euro già inseriti nei bilanci dei vari soggetti che hanno sottoscritto l’accordo e che dovrebbero permettere la conclusione dei lavori entro il 2020, anno nel quale si festeggerà l’Incoronazione della Madonna Nera che si celebra ogni 100 anni. Capofila del protocollo per le fondazioni è la biellese Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.

Dell’ulteriore impegno economico si è parlato anche oggi in sede di discussione di bilancio di assestamento in Consiglio regionale. Soddisfatto il consigliere Vittorio Barazzotto, che assieme al potenziamento e al completamento delle infrastrutture e dei collegamenti, si è impegnato affinché anche i lavori della basilica potessero finalmente venire ultimati. Spiega Barazzotto: «Gli importi aggiunti sono il segno di un impegno che va nella direzione di sostenere ulteriormente il nostro territorio. La dimostrazione di come questa Giunta sia stata sino ad oggi attenta non soltanto al torinese ma anche ai territori periferici, a quel Piemonte 2 di cui facciamo parte. E’ importante poi ricordare come Oropa resti, ancora oggi, una delle mete piemontesi più visitate per turisti ed escursionisti: turismo religioso, certamente, ma anche outdoor e montano. Completare l’opera architettonica della basilica, dopo decenni, arricchisce l’intera conca d’Oropa: prepara la chiesa ai festeggiamenti religiosi nel migliore dei modi, ma rende in generale maggiormente attrattivo il nostro Santuario, frequentato anche da laici e sportivi. Era un altro degli impegni presi all’inizio del mandato che si è concretizzato. Ringrazio sentitamente il presidente Chiamparino e il vice Reschigna per l’impegno profuso nel tempo e il presidente della fondazione Cassa di Risparmio di Biella Franco Ferraris che dal primo momento non ha esitato nel coinvolgere altri importanti partner. E’ l’ennesima testimonianza, come più volte dimostrato in questi ultimi quattro anni, di come il lavoro di squadra produca sempre ottime prassi».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome