Silvia Pizio, l’infermiera-missionaria biellese che vive a Buenos Aires al tempo del Coronavirus

0
635

«Quando si iniziava a parlare del Coronavirus, in Argentina eravamo occupati ad affrontare un gran contagio di Dengue, un virus che si trasmette alle persone attraverso le zanzare, che sono tantissime in questo periodo dell’anno e in queste zone di erba e acqua sporca stagnante. Parlando del Coronavirus facevamo riferimento soprattutto all’Italia, poiché il vincolo affettivo tra le due nazioni è molto forte. Mai avremmo pensato che il Covid-19 sarebbe arrivato così rapidamente in Argentina. Il primo caso è stato registrato il 3 marzo e attualmente stiamo attraversando un momento cruciale nella curva della pandemia». Silvia Pizio vive a Buenos Aires. Da poco è diventata mamma per la seconda volta. Ma alla famiglia unisce il servizio, condividendo la vita con i più poveri. Proprio il desiderio di servire l’ha spinta a lasciare la terra biellese con una prospettiva di lavoro da infermiera, oltre al mondo degli Scout, per iniziare un’esperienza missionaria. Intanto per sensibilizzare la popolazione nella battaglia più difficile è scesa in campo anche la Federcalcio argentina con un video emozionante: “Forza Argentina, questa partita la vinciamo giocando da squadra. Perché in questo Paese c’è una forza più forte di qualsiasi pandemia”.

Su Il Biellese di venerdì 3 aprile l’articolo completo.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome