Valle di Mosso. Una sagra tira l’altra, come le ciliegie…

0
1312

Forse ci siamo. Pare che la pandemia sia sotto controllo, anche se non possiamo ancora abbassare del tutto la guardia. Di buono questa emergenza ci ha lasciato la voglia di riscoprire i luoghi dove abitiamo e di riprendere abitudini forzatamente dimenticate, come lo stringere mani o abbracciare persone amiche. Abbiamo rivisto le lucciole nei prati con il fieno maturo ma ancora da tagliare, abbiamo scoperto che le ciliegie crescono ancora sugli alberi, che sono pure buone e che costano molto meno che al supermercato. Ed è perfino successo che alcuni ragazzini, al posto di passare il tempo tra videogiochi e cellulare, si siano messi a giocare a calcio nel cortile tra le case. E che con una pallonata rompessero un vetro nella veranda della nostra casa di famiglia, dove ora abita mio nipote. Ero quasi felice, pensavo che queste cose succedessero solo nei film del dopoguerra. Metterò il cartello “Vietato il giuoco del pallone” come quello che c’era nel piazzale del Santuario della Brughiera, dove andavamo fare le partite della nostra frazion league, Capomosso contro Bulliana…

A Trivero, Crocemosso, Veglio
E tornano le sagre di paese nella mia vallata. Nei giorni scorsi è stato il turno di Trivero, dove la Pro Loco ha organizzato la festa patronale di San Quirico e Giulitta, musica, allegria e… tantissimo divertimento, come recitava il manifesto. Dopo 34 edizioni, il programma è ben collaudato: inaugurazione con aperitivo il venerdì, Santa Messa solenne e raduno delle auto alla domenica mattina, ma soprattutto ogni sera cene con specialità locali, come il fritto misto di pesce fresco… e a seguire il concerto con mitiche band dai nomi improponibili. A fine festa, lunedì sera, lo spettacolare lancio delle lanterne magiche ha riempito il cielo in concorrenza con la luna, già piena di suo.
In questo fine settimana tocca a Mosso – e ve ne parlo dopo – mentre nell’ultimo week end di giugno ci sarà da divertirsi tra Crocemosso, dove va in scena la Festa della Birra, e Veglio, con la festa patronale di San Giovanni. Nel grande e panoramico spazio della Pro Loco di Crocemosso si alterneranno tre gruppi musicali, compresa al venerdì la Royal Party Band, con “uno show tutto da vivere con ballerine e coreografie incredibili…” La cucina, da par suo, propone stinchi di maiale alla birra, hamburger, würstel e altro, mentre il bar preannuncia una accesa competizione tra birre biellesi e tedesche.
A Veglio, nel centro polivalente area Grupp, dal 24 al 26 giugno, la Pro Loco propone animazione sportiva con una gara podistica al venerdì e un torneo di beerpong alla domenica, più le serate musicali con musica rock, dj e balli tradizionali. Per la cucina sono previste grigliate, ma anche un menu vegetariano e, per restare al locale… pizzoccheri, tigelle e lambrusco!

Veglio.

Valle Mosso, Camandona e Callabiana
Semmai non vi siate divertiti e abbuffati a sufficienza a giugno, ecco il programma previsto per luglio e inizio agosto, in questo viaggio verso ponente nel tempo libero della Valle di Mosso.
A Valle Mosso, dal 15 al 18 luglio si tiene il Sant’Eusebio Summer Festival, evento a favore della Parrocchia, con la tradizionale e colorata apertura del luna park nella piazza Martiri prospiciente alla chiesa parrocchiale. Anche qui musica con giovani band biellesi, serata country e Dj set, mentre la cucina propone cene gourmet con degustazioni e vini del territorio. Novità assoluta, lunedì 17, lo spettacolo di luci laser.
Dal 15 al 17 e dal 22 al 25 luglio toccherà poi a Camandona, in una delle feste – quella di Sant’Anna – alla quale non si può mancare. Vuoi per il luogo, l’isolata e graziosa frazione Falletti dove si svolge, vuoi per la bella passeggiata di un quarto d’ora che serve per arrivarci. Man mano che ti avvicini si percepiscono i profumi della cucina e si intuisce il menu. Poi, quando te ne vai, la musica del complesso di turno ti segue, fino a sfumare quando lasci le case di borgata Mino. Ma in mezzo hai decine di amici che ti salutano e una festaiola serenità della quale abbiamo tanto bisogno.
Callabiana, di fatto, continua la festa della vicina Camandona, tant’è che molti volontari delle due Pro Loco sono gli stessi. Con la differenza che Callabiana, più vicina a Biella che non alla valle di Mosso, attira un pubblico più… occidentale, che ama venire qui per fuggire dalla calura cittadina e godersi il fresco del bosco. Agosto a Callabiana si tiene da sabato 30 luglio al lunedì di Ferragosto, con una serie di serate che culminano sempre con un ospite importante, quest’anno niente popò di meno che la cantante Fiordaliso, prevista per giovedì 4 agosto.
Ma il vero asso nella manica è la cucina, che possiamo definire stellata, per la qualità del menu e del servizio. E pensare che lo chef è… un geometra, non me ne voglia l’amico Ennio Vercellotti.

Camandona.

Festa a Mosso
E veniamo al mio paese, che si è messo l’abito della festa da oggi, venerdì, fino a domenica 19 giugno. Stasera si comincia con il fornitissimo cabaret di antipasti, primi, grigliate, ma anche con un piatto di seppie con piselli. A seguire una prima serata musicale con la Summer Band.
Si continua sabato con la cena che propone polenta e tapulone come specialità, dopo di che ci divertiremo con il gradito ritorno in musica di Danielmas, al secolo l’amico Davide Barazzotto.
Sarà una serata di energy music, tutta da saltare e ballare, con canzoni mixate in continuo, dagli anni ’80 ai tormentoni di oggi.
Per domenica torna la spettacolare Carrettera d’Moss, la gara in discesa dei carretti autocostruiti. Prove al mattino e finale a inizio pomeriggio. Da Capomosso si scende fino al centro, con una sequenza di derapate e di curve al limite. I bolidi mi passano davanti casa, dovrò spostare qualche vaso e tenere al sicuro il gatto…
La cucina della Pro Loco sarà aperta a pranzo e a cena e la festa si chiuderà con il complesso Poohnto Fermo, che ripropone le canzoni dei mitici Pooh. Ma la musica avrà anche un altro momento speciale alle ore 17, con l’esibizione della Banda Musicale di Salussola, nella Piazzetta delle Granaglie del centro storico di Mosso, nell’ambito del festival Musica al Centro.
L’area festeggiamenti è quella consueta, appena a monte della piazza principale, vicino alla palestra delle scuole. La nostra Pro Loco mette grande cura in questo evento, ma intanto è già impegnata con il trasloco del Presepe Gigante, che troverà una nuova e più grande sede per i laboratori e magazzini presso l’ex caserma dei Carabinieri, appena dismessa.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome