Duomo affollato ieri sera per la veglia, primo appuntamento pubblico del nuovo vescovo

0
295

«Questo è tempo di coraggio. Anche se avere coraggio – lo sappiamo – non sempre è garanzia di successo. Ci è chiesto di lottare, ma non necessariamente di vincere sempre. Ci è chiesto di annunciare, ma sappiamo che non sempre ci è consentito di vedere i frutti di conversione. Ci è chiesto il coraggio di essere alternativi alla mentalità del mondo, senza lasciarci andare allo scoraggiamento. Ci è chiesto di aprirci a tutti, di condividere con tutti, di dialogare con tutti».
Ecco la missione, secondo il vescovo Roberto Farinella. Duomo affollato, venerdì sera, per la veglia missionaria diocesana, primo appuntamento pubblico del nuovo vescovo di Biella. Una missione – ha sottolineato – che raggiunge tutta la terra, ma parte là, dove viviamo. Una serata che, accanto alle testimonianze dei giovani, ha richiamato la forza della vita, alimentata dalla fede in Gesù Cristo, della santa Gianna Beretta Molla e del beato Piergiorgio Frassati. Un coraggio che alimenta anche la vita di papa Francesco – come ha sottolineato il vescovo – che ha convocato, in questo tempo, il Sinodo dedicato ai giovani. «È un tempo di coraggio che rispetta tutti – ha ribadito Farinella – ma non arretra davanti alle difficoltà». Caratterizzata, accanto alla preghiera, da gesti espressione di mondialità, la serata ha visto la partecipazione del coro Elikya.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome