Nella mattinata dello scorso 28 giugno, i Finanzieri di Biella, nel corso di un servizio finalizzato al controllo economico del territorio, hanno notato all’interno di un cortile, adiacente un condominio della città di Biella, un uomo intento a smontare una caldaia. Insospettiti dall’operato del soggetto, i militari sono intervenuti chiedendo all’interessato delucidazioni su ciò che stava facendo. Nel mentre la persona cercava di dare una spiegazione sul suo operato i finanzieri hanno notato, all’interno del cortile sotto una tettoia, una cisterna della capienza di litri 1000 coperta da un telo di colore verde. All’interno della stessa sono stati rinvenuti circa 750 litri di gasolio per combustione. L’uomo non è stato in grado di fornire alcun documento relativo alla provenienza del carburante né alcuna certificazione attestante l’idoneità dei luoghi finalizzati alla detenzione di materiale altamente combustibile.
La cisterna e il suo contenuto infiammabile, risultando completamente fuori legge, sono stati sequestrati dalle Fiamme Gialle e l’uomo è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per omessa denuncia di materiale esplodente e sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome