È stato rapinato nei giorni scorsi in strada. Vittima un pensionato biellese di 75 anni. Ieri i responsabili dell’azione sono stati individuati dalla Polizia e denunciati.
Questo il resoconto dei fatti da parte della Polizia: «Alle 14,15 del 14 maggio, un 75enne, mentre si trovava in Biella nella zona di via Piacenza, in attesa dell’apertura di un esercizio commerciale, veniva affiancato da un autocarro Fiat, modello Doblò, di colore bianco, sul quale viaggiavano due uomini, uno giovane e l’altro più anziano. I due proponevano al 75enne l’acquisto di frutta e verdura, iniziando a caricargliela in auto, senza che l’uomo avesse il tempo di scegliere la merce, né declinare l’offerta.
L’anziano, frastornato dai repentini movimenti degli uomini, si vedeva costretto ad acquistare la merce, per la quale i due malviventi richiedevano la somma di 20 euro. All’atto del pagamento però mentre l’individuo più giovane si rimetteva alla guida del furgone per prepararsi alla fuga, il secondo malvivente, con mossa fulminea, si impossessava di 400 euro che l’anziano custodiva nel portafoglio. L’uomo, resosi conto del furto subito, cercava di raggiungere il malvivente che nel frattempo era salito sul furgone.
In questo frangente, mentre l’anziano si avvicinava all’autocarro dal lato del passeggero con la portiera aperta, protendendosi nell’abitacolo, il conducente dello stesso accelerava a fondo mettendosi repentinamente in marcia, urtando l’uomo. Fortunatamente, l’anziano non veniva travolto dal veicolo ma a seguito dell’impatto con la carrozzeria dello stesso, riportava una contusione alla spalla sinistra. Immediatamente interveniva una volante e contemporaneamente partiva l’attività d’indagine della Squadra mobile.
Gli investigatori dai pochi fotogrammi acquisiti da un impianto di video sorveglianza presente in zona, riuscivano a rilevare le caratteristiche del mezzo e dei malviventi, mettendosi immediatamente sulle loro tracce. Dopo alcuni giorni di appostamenti e pedinamenti, il 19 maggio, i poliziotti, avuta certezza di aver individuato il covo dei malviventi, facevano irruzione in un residence di Torino per eseguire il decreto di perquisizione emesso dalla Procura di Biella a carico di due uomini di 28 e 60 anni, già noti alla giustizia e ritenuti gli autori della rapina. Nel corso della perquisizione venivano rinvenuti e sequestrati, oltre ai 400 euro sottratti all’anziano biellese, una cospicua somma di denaro, verosimilmente provento di altre attività delittuose commesse in danno di anziani, nonché altro importante materiale probatorio».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome