Raffica di furti nel Biellese

0
932

Ladri acrobati e che non si tirano in dietro neppure davanti all’evenienza di trovare i proprietari in casa. Nella notte tra domenica e lunedì è stato svaligiato un alloggio a Sandigliano. I malviventi si sono arrampicati lungo le tubature del gas e, arrivati al secondo piano, hanno forzato la finestra. Disturbati dall’arrivo dei residenti hanno potuto arraffare alcuni oggetti d’oro prima di scappare. Nelle stesse ore fatti analoghi avvenivano a Viverone, a Biella, a Candelo e a Castelletto Cervo. Nel comune lacustre i proprietari erano in casa quando dalla stanza al piano di sopra hanno sentito un forte rumore. Si sono precipitati a vedere cosa fosse successo e hanno trovato la finestra in frantumi. Spaventati all’idea che i ladri potessero ancora essere nell’edificio hanno chiamato i carabinieri. A Biella, in via Valle D’Aosta, un malintenzionato è stato messo in fuga prima che potesse agire. Nel tentativo di scassinare la porta aveva fatto troppo rumore svegliando i proprietari che a quell’ora dormivano. A Candelo sono state piegate le inferriate della finestra e dalle stanze messe a soqquadro sono stati sottratti gioielli per circa 600 euro di valore. Cinquecento euro in contati e diversi boccetti di profumo è il bottino rubato in una villetta a Castelletto Cervo. La madre della proprietaria, che dormiva nella camera accanto a quella da dove è stato commesso il furto, non si sarebbe accorta di nulla. Furti sono inoltre stati denunciati a Zubiena e a Vigliano Biellese dove, dai locali del Circolo Aurora sono spariti un soffiatore, dei neon e altri utensili. Indagano i carabinieri.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome