Durante il fine settimana trascorso, diverse pattuglie delle stazioni Carabinieri dipendenti dalla Compagnia di Cossato, coordinate dal Comando Provinciale di Biella, hanno dato vita ad un serrato controllo del territorio in particolare dedicandosi alla movida giovanile e ai reati eventualmente maturati in quell’ambito. «Sono eseguite ispezioni di diversi esercizi commerciali i cui titolari hanno ben accolto tale iniziativa, mostrandosi collaboranti e risultati rispettosi delle prescrizioni anti Covid-19 e del dover contemperare la voglia di divertirsi con quella di poter godere del meritato riposo di chi rimaneva in casa» fa sapere una nota dell’Arma.
È così che ai Carabinieri di Cossato non è sfuggito quel ragazzino che vista la pattuglia aveva accelerato la pedalata: «Si trattava di un minore d’età a bordo di una mountain bike di consistente valore commerciale del tutto simile a quella rubata circa un mese prima» fa sapere sempre la nota dei militari. Sono bastate così poche verifiche e il derubato, un coetaneo, è stato convocato con il genitore, incredulo di riavere la bici che aveva acquistato. Proprio il ragazzino, felice di aver riavuto la sua bicicletta non ha mancato di ringraziare la pattuglia dei Carabinieri.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome