La giornata conclusiva dei Campionati Italiani di Atletica Leggera ha regalato l’ennesima gioia della sua lunga carriera a Marco Lingua, atleta chivassese di casa a Biella, in quanto finanziere alla Caserma cittadina: il portacolori della squadra che porta il suo nome “Marco Lingua Forever”, ha dominato la prova del Lancio del Martello, unico a salire sopra i 70 metri con miglior misura a quota 73.95. Secondo posto per l’altro azzurro Simone Falloni (Aeronautica) con 69.74 e terza posizione per Giacomo Proserpio (Atl.Lecco) con 67.21.
Per Lingua, 13° all’europeo di Berlino con la misura di 73.07, l’ennesima dimostrazione di efficenza e la voglia, a 40 anni, di continuare a stupire: è questo il suo quarto titolo assoluto estivo, a cui se ne aggiungono 7 invernali.

Quarto posto, invece, per Sara Zabarino nel lancio del Giavellotto. La 19enne biellese dell’Acsi Roma ha ottenuto quale miglior misura 52 metri e 68 centimetri, al terzo lancio, rinunciando poi agli ultimi due. Un risultato che è la sua quinta prestazione assoluta a fronte di un personale di 53.99 siglato a Tampere in Finlandia quando fu quinta all’Europeo U20.
Stellare il podio con posizioni decise all’ultimo lancio: ha vinto Sara Jemai (Esercito) con 58.19 davanti a Zahra Bani (Fiamme Azzurre) con 58.02 e a Carolina Visca (Fiamme Gialle) con 57.93.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome