Wojciechowski In azione nel derby contro Casale (foto Enrico Eletto).

LA CARICA DI WOJCIECHOWSKI: «NOI IN CAMPO SENZA NULLA DA PERDERE»

«Contro Torino non abbiamo nulla da perdere, perciò scenderemo in campo senza pressioni particolari, con l’obiettivo di dare fastidio alla squadra più forte del girone, ma soprattutto pensando al nostro percorso di crescita». Parola dell’ex di giornata, Jakub Wojciechowski, protagonista a Torino nel biennio 2012/2014 con una promozione in A2. L’ala forte della Bottega Verde Biella, parla così a due giorni dalla seconda sfida di supercoppa LNP, in programma oggi alle 18 al pala Gianni Asti. «Sarà tutta un’altra musica rispetto all’esordio contro la Junior Monferrato» avverte “Kuba”. «Al Forum siamo stati bravi, ma anche agevolati dalle assenze degli avversari, contro la squadra di Cavina servirà una partita ancora più tosta in difesa. Proveremo a correre e giocare ad alti ritmi in attacco, senza preoccuparci della forza degli avversari». Nel primo derby stagionale il lungo italo-polacco è apparso in grande spolvero, non solo per i 20 punti e 11 rimbalzi, ma anche per la mobilità e la freschezza atletica dopo un anno di stop causato da un intervento alla schiena: «Mi sento bene» ammette l’ex Cantù, Cremona e Brindisi «e sto ritrovando le sensazioni delle stagioni migliori. L’entusiasmo dei giovani è uno stimolo in più: io e Laganà siamo i senatori del gruppo e dobbiamo essere sempre pronti a dare un consiglio e spronare i compagni. Un ruolo per me nuovo, che mi piace e mi motiva molto». Wojciechowski lavora sodo ogni giorno, per raggiungere gli obiettivi di squadra e personali: «La cosa più importante è conquistare la salvezza» conclude “Kuba”. «Non sarà facile, ma i ragazzi hanno l’atteggiamento giusto e lo staff tecnico è molto preparato. A livello personale spero prima di tutto di stare bene: se succederà potrò togliermi qualche soddisfazione e dimostrare di essere ancora un giocatore importante». Dopo aver “portato a scuola” il giovane Gora Camara, “Kuba” affronterà l’emergente classe 2000 Ousmane Diop, uno dei lunghi più forti in Italia. Un motivo in più per ricordare a tutti il suo passato recente da protagonista in serie A.

REALE MUTUA TORINO: UNA CORAZZATA PER LA A
Una corazzata costruita per affrontare da protagonista il campionato di serie A. Alla Reale Mutua Torino mancano solo un paio di americani di buon livello per giocare nel massimo torneo nazionale: in estate infatti la società si era attrezzata per un’eventuale ripescaggio, che non è poi arrivato. Confermato quasi in blocco il gruppo che fece già bene lo scorso anno, con coach Cavina che ha dato nuovamente fiducia a quattro quinti del quintetto base (Cappelletti, Alibegovic, Pinkins, Diop), con l’aggiunta della guardia Jason Clark, reduce da metà stagione positiva in A1 con la maglia di Varese. Anche in panchina tante conferme, con Bushati, Toscano e Campani a dare esperienza e qualità. Le novità sono due classe ’98: il play di scuola Virtus Bologna, Lorenzo Penna e il pivot Giordano Pagani. Il match dominato 75-62 nell’esordio di Supercoppa sul campo della Bertram Tortona non lascia dubbi sulle potenzialità e sulle ambizioni di Torino.

REALE MUTUA TORINO-BOTTEGA VERDE BIELLA (PALLA A DUE OGGI ORE 18, PALA GIANNI ASTI, TORINO TORINO. QUINTETTO: CAPPELLETTI, CLARK, ALIBEGOVIC, PINKINS, DIOP. PANCHINA: PENNA, BUSHATI, TOSCANO, CAMPANI, PAGANI. ALLENATORE: DEMIS CAVINA. BIELLA. QUINTETTO: LAGANÀ, MIASCHI, POLLONE, HAWKINS, WOJCIECHOWSKI. PANCHINA: BERDINI, BERTETTI, LUGIC, VINCINI, BARBANTE. ALLENATORE: IACOPO SQUARCINA.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome