Basket, l’Edilnol ci riprova contro la corazzata Reale Mutua Torino

0
226

Sono trascorse quattro settimane dal 91-77 con il quale Torino liquidò senza problemi Biella nel primo match di supercoppa. I rossoblu di coach Galbiati vennero annichiliti da una squadra più fisica, più pronta ma soprattutto con un tasso di esperienza nettamente superiore. L’Edilnol toccò anche il -26 in una serata nella quale l’aspetto più confortante fu la reazione di capitan Saccaggi e compagni nell’ultimo periodo.
Domani, nell’anticipo di mezzogiorno in diretta su Sportitalia, Biella misurerà le proprie ambizioni ma soprattutto la crescita di un gruppo giovane, che avrà bisogno ancora di tempo per rendere al 100% (e che aspetta il rientro di Eric Lombardi) ma che può e deve trovare risposte più confortanti rispetto a quel match giocato l’8 settembre al Pala Ruffini.
Sarà assente il pivot Simone Barbante, che sconterà una giornata di squalifica ricevuta lo scorso campionato.
Coach Paolo Galbiati presenta così la sfida: «Torino è una squadra completa con forti ambizioni, per cui ci aspetta una partita complessa. Abbiamo qualche problema fisico e la squalifica di Barbante non ci aiuta da questo punto di vista. Sarà una battaglia che dovremo affrontare con la faccia giusta, con la voglia di competere e di essere aggressivi su ogni pallone senza lasciare nulla al caso».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome