Basket, oggi Edilnol-Remer Blu Treviglio

0
463

EDILNOL BIELLA. QUINTETTO: ‎Saccaggi, Harrell, Wheatle, Sims, Vildera. PANCHINA: Bertetti, Pollone, Torgano, Chiarastella, Nwokoye. Allenatore: Michele Carrea.

BLU REMER TREVIGLIO. QUINTETTO: Caroti, Roberts, Pecchia, Olasewere, ‎Borra. PANCHINA: Palumbo, D’Almeida, Frassineti, Taflaj, Tiberti. Allenatore: Adriano  Vertemati.

Sfatare il tabù Forum, interrompere la striscia negativa di tre ko‎, ma soprattutto conquistare due punti fondamentali contro una diretta concorrente nella lotta salvezza. Reduce dall’impresa solo sfiorata a Capo d’Orlando e da tre partite nelle quali ha seminato molto senza però raccogliere nulla, l’Edilnol torna in campo oggi tra le mura amiche dell’Hype Forum (palla a due alle 18) contro la Blu Remer Treviglio.

Solo in una stagione, 2015/2016, la prima di C‎arrea da capo allenatore, i rossoblù accumularono quattro sconfitte in fila: allora Biella perse le prime e le ultime quattro partite di campionato. Mai però nelle precedenti cinque annate di A2 il fortino di casa è stato violato per tre volte consecutive, un record negativo che capitan Wheatle e compagni non vogliono certo centrare stasera.
Se negli ultimi tre match Biella ha incontrato squadre sulla carta di fascia ‎superiore, oggi i rossoblù si misureranno contro un team alla portata per ambizioni, profondità e qualità del roster.

Squadra in gran parte rinnovata dopo gli addii delle bandiere Tommaso Marino ed Emanuele Rossi, la Remer è ripartita dal proprio condottiero, coach Adriano Vertemati, all’ottava stagione alla guida tecnica con oltre 200 presenze.
Una ripartenza come da tradizione trevigliese nel segno della linea verde, con ben 6 under 21 tra i 10 del roster ed appena due over 30, per un’età media di appena 23 anni. I reduci dalla scorsa stagione sono Pecchia, Borra, Palumbo e D’Almeida, tutti under chiamati ad un’ulteriore crescita con più minuti e responsabilità. Accanto a loro altri due under, il play Caroti e l’ala Taflaj da Reggio Calabria, il centro classe ’97 Tiberti dalla serie B di Rimini e l’esperta ala Frassineti‎, grande protagonista a Legnano fino al 2016/2017 ma limitato nell’ultimo anno da un grave infortunio e in cerca di riscatto.
I due stranieri sono entrambi giocatori esperti del nostro campionato: nel ruolo di guardia il talentuoso Chris Roberts, classe ’88, reduce da un’ottima stagione a Reggio Calabria con 14.5 punti, 3.7 rimbalzi e 2.5 assist. Nel ruolo di ala forte, il potente nigeriano classe ’91 Jamal Olasewere‎, 16 punti, 7.5 rimbalzi e 2 assist a Rieti nell’ultima annata.

Treviglio ha perso le prime tre partite stagionali‎, due delle quali giocate senza Roberts e con un minutaggio limitato per i due stranieri (poco più di 20′). Il potenziale c’è ed è ancora in gran parte da esprimere. L’obiettivo numero uno della squadra di Vertemati è una tranquilla salvezza, con un occhio alla speciale classifica sui minuti di utilizzo degli under, nella quale la Remer è la candidata numero uno.
Basta dare un’occhiata ai minutaggi delle prime quattro giornate per capire quanto Treviglio punti sulla linea verde: 36′ di media per Pecchia (’97), 32′ per Caroti (’97), 28′ per Palumbo. (2000), 22′ per D’Almeida (2001) e 19′ ‎per Taflaj (’98). Le cifre parlano di giovani ormai pronti ad un ruolo da protagonisti, su tutti il classe 2000 Palumbo, 10 punti, 3 rimbalzi e 3.3 assist di media.
In doppia cifra anche Pecchia (14 punti, 7.6 rimbalzi e 3 assist) e Caroti (10.8 punti, 1.5 rimbalzi, 2.8 assist), con Taflaj che ‎produce 4.5 punti, 3 rimbalzi e 2 assist e il 17enne D’Almeida a 6.3 punti e 5.8 rimbalzi.

Una scelta chiara quanto determinata e coraggiosa quella della società lombarda, un esempio per tutto il movimento cestistico Nazionale.
A Wheatle e compagni il non semplice compito di tenere a bada l’esuberanza dei giovani della Remer.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome