Anche se la stagione rallistica, con l’arrivo dell’autunno, sta volgendo al termine, gli appuntamenti si susseguono senza sosta, con gli equipaggi della scuderia Biella Motor Team in prima fila. Nello scorso week end il motorismo piemontese si è dato appuntamento a Mondovì (Cuneo) per la quarta edizione del Rally del Piemonte dove il sodalizio biellese ha schierato uno dei suoi equipaggi di punta, quello formato da Antonio Rotella e Alessandro Rappoldi. Con la loro Peugeot 106 Rallye di classe A6 si sono subito issati al nono posto della classifica assoluta per poi essere ricacciati indietro da un banale errore. Nelle restanti prove speciali hanno dato il massimo riuscendo a risalire fino al dodicesimo posto finale della classifica generale vincendo con autorità la classe A6.

Gli appuntamenti proseguono senza sosta. I motori, infatti, si sono riaccesi oggi a Chieri (Torino) dove anche domani, è il programma La grande corsa, rally e gara di regolarità sport riservata alle auto storiche che presenta un elenco iscritti di prim’ordine. Il programma si è aperto poco fa con la partenza e la disputa di una prova speciale, mentre domenica i concorrenti affronteranno, ripetuti due volte, gli altri quattro tratti cronometrati in programma per un totale di circa 70 chilometri contro il cronometro. La Biella Motor Team si presenta in forze all’appuntamento torinese con la speranza di ben figurare. Il primo a partire, con il numero 11 sulle fiancate, è l’esperto navigatore Luigi Cavagnetto, che affiancherà il forte veneto Tiziano Nerobutto su una Opel Ascona 400. Con il numero 23 Margherita Ferraris Potino navigherà Pierluigi Porta su una Ford Escort RS. Il numero 50 è stato assegnato alla Lancia Fulvia HF di Ermanno Caporale e Diego Pontarollo mentre sulla piccola Ford Fiesta di appena 1.100 cc Massimo Soffritti navigherà Claudio Azzari: a loro l’organizzatore della corsa ha assegnato il numero di gara 81. Nella gara di regolarità sport correrà Sara Valle che detterà le note a Gabriele Paini su una Porsche 911 S con il numero 107.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome