Corsa in montagna, Bosio e Cravello dominano la Pollone-Cippo Frassati

0
1364

Ci è voluta tutta la classe di Giovanni Bosio, classe 1991 torinese di Ciriè, per abbattere il record della gara da Pollone al Poggio Frassati, giunta alla 3ª edizione e organizzata domenica scorsa seguendo il sentiero D41 tanto caro al beato Pier Giorgio. Una gara nella quale si mescolano tra loro lo sport e la tradizione religiosa in uno scenario unico sulle Prealpi Biellesi.
Bosio ha chiuso i 9 chilometri del percorso (1440 metri di dislivello positivo) in 1’08”58” precedendo di 2 minuti e 17 secondi il campione in carica Enzo Mersi, vincitore sia nel 2017 sia nel 2016, quando stabilì il precedente record in 1h09’30”, e primo anche nell’edizione zero andata in scena nel 2015.
In terza posizione Silvio Balzaretti, arrivato tre minuti e mezzo circa dopo Mersi. Sul podio allargato (sono stati premiati i primi cinque) anche Gianmarco Rigolone (a 10 minuti dal vincitore) e Massimiliano Barbero (staccato di altri 30 secondi).
In ambito femminile si è ripetuta Barbara Cravello: già vincitrice nel 2016 in 1h28’03” e nel 2017 in 1h20’31” (record femminile della corsa) in questa occasione ha chiuso in 1h23’17, precedendo come due anni fa la valdostana Elisa Arvat che aveva anche chiuso terza l’anno scorso: risicatissimo il margine di vantaggio di Cravello, solo 12 secondi. Staccatissima la terza classificata, Lara Giardino, al traguardo 13 minuti dopo la vincitrice. Premiazione per le prime cinque e dunque gloria anche per Valeria Bruna e Patrizia Mutti.
Nelle classifiche finali diramate dagli organizzatori sono presenti 102 partecipanti alla competitiva. Nessun classifica per i “non competitivi” che hanno terminato la loro fatica all’Alpetto dopo 7,5 chilometri (e 950 metri di dislivello). Proprio all’Alpetto, come in passato, si sono svolte le premiazioni ed è stato organizzato un abbondante quanto gradito “terzo tempo”.

Assoluta Maschile: 1° Giovanni Bosio 1h08’58”, 2° Enzo Mersi 1h11’15”, 3° Silvio Balzaretti 1h14’49”, 4° Gianmarco Rigolone 1h18’49”, 5° Massimiliano Barbero 1h19’23”, 6° Fabrizio Attardi 1h19’38”, 7° Andrea Martini 1h21’14”, 8° Gioacchino Ielmini 1h21’29”, 9° Francesco Nicola 1h22’59”, 10° Dario Monteferrario 1h23’10”, 11° Franco Chiesa 1h23’47”, 12° Gianfranco Costa 1h24’25”, 13° Marco Deusebio 1h27’19”, 14° Enzo Peraldo 1h28’10”, 15° Fabio Monteleone 1h28’30, 16° Davide Caser 1h28’32”, 17° Corrado Vigitello 1h28’55”, 18° Daniele Fantin 1h29’04”, 19° Andrea Miola 1h29’55”, 20° Valentino Osiliero 1h30’04”, 21° Franco Mosca Balma 1h30’06”, 22° Marco Ghiardo 1h30’26”, 23° Pierangelo Bonino 1h31’52”, 24° Fabio Trivero 1h32’07”, 25° Filippo Pelacchi 1h32’49”, 26° Claudio Festa 1h33’18”, 27° Fausto Baratella 1h34’02”, 28° Sebastiano Viazzo 1h34’12”, 29° Paolo Carnazzi 1h34’23”, 30° Paolo Costantin 1h34’53”, 31° Marco Casotto 1h35’30”, 32° Massimo Andreotti 1h35’56”, 33° Riccardo Tonino 1h36’13”, 34° Luca Antoniotti 1h37’17”, 35° Nicola Mancino 1h37’40”, 36° Roberto Lazzarotto 1h39’02”, 37° Corrado Mello Rella 1h39’46”, 38° Stefano Comunian 1h39’53”, 39° Dino Fontana 1h40’06”, 40° Ernesto Romanello 1h40’32”, 41° Davide Ambrosini 1h42’43”, 42° Stefano Gremmo 1h42’47”, 43° Andrea De Francesco 1h44’05”, 44° Antonio Lebole 1h45’05”, 45° Massimo Fangazio 1h45’35”, 46° Tiziano Trivellato 1h46’22”, 47° Umberto Franzoso 1h47’33”, 48° Davide Micheletti 1h48’00”, 49° Pierpaolo Comello 1h48’10”, 50° Andrea Caprio 1h48’11”, 51° Ennio Curelli 1h48’55”, 52° Stefano Germanetti 1h49’46”, 53° Alessandro Biadene 1h5’46”, 54° Andrea Serra 1h50’59”, 55° Adriano Zordan 1h52’56”, 56° Simone Compagnin 1h54’04”, 57° Luca Pianoforte 1h55’46”, 58° Giuseppe Pezzica 1h56’15”, 59° Stefano Rapelli 1h56’52”, 60° Paolo Boggio 1h56’52”, 61° Gabriele Greguol 1h57’36”, 62° Alessandro Giana 1h57’43”, 63° Enrico Azeglio 1h58’20”, 64° Ettore Patriarca 2h00’32”, 65° Giovanni Mozzone 2h00’33”, 66° Emanuele Perino 2h01’192, 67° Giuseppe Bianco 2h01’40”, 68° Maurizio Di Lella 2h02’04”, 69° Enrico Correale 2h04’51”, 70° Davide Tarella 2h04’55”, 71° Gianluca Gianusso 2h05’06”, 72° Paolo Antoniotti 2h06’04”, 73° Bruno Ramella 2h06’21”, 74° Guido Miglio 2h06’55”, 75° Gianfranco Ramella Paia 2h08’01”, 76° Luigi Trenga 2h09’39”, 77° Piero Bragè 2h13’22”, 78° Claudio Stringa 2h14’09”, 79° Andrea Delleani 2h16’072, 80° Paolo Valli 1h29’48”, 81° Cristian Carelli 2h32’11”.

Assoluta Femminile: 1ª Barbara Cravello 1h23’17”, 2ª Elisa Arvat 1h23’29, 3ª Lara Giardino 1h36’30”, 4ª Valeria Bruna 1h39’12”, 5ª Patrizia Mutti 1h39’57”, 6ª Cecilia Corniati 1h40’42”, 7ª Elena Miotello 1h45’34”, 8ª Claudia Titolo 1h49’00”, 9ª Barbara Valsecchi 1h53’15”, 10ª Silvia Szego 1h54’15”, 11ª Loredana Patteri 1h57’29”, 12ª Marta Coda Luchina 1h57’35”, 13ª Irene Chiorino 1h59’07”, 14ª Paola Delledonne 1h59’42”, 15ª Dontella Frigato 2h01’24”, 16ª Gianna Annita Vaccari 2h02’22”, 17ª Silvia Robiolio 2h02’23”, 18ª Martina Baronio 2h06’26”, 19ª Deborah Brunello 2h07’00”, 20ª Flaminia Perino 2h09’23”, 21ª Rosanna Mattè 2h17’41”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome