Una gara tanto affascinante quanto dura attende domenica mattina i 200 partecipanti alla 3ª edizione del Vertikal Tovo, corsa in montagna che porterà gli atleti a percorrere i 2.9 chilometri che separano Oropa dalla vetta del Monte Tovo con un dislivello di 1000 metri e quota di arrivo a 2230 m slm. Gli organizzatori quest’anno hanno fatto il pieno di iscrizioni già con largo anticipo: venerdì è stato infatti assegnato l’ultimo pettorale. L’inizio gara è fissato per le ore 9.00: non sono previsti cancelli orari e tempo massimo. A livello organizzativo è tutto pronto: percorso pulito a puntino e il resto della logistica ultimato con un occhio particolare alla sostenibilità ambientale prima, durante e nel dopo gara, con l’utilizzo di materiali ecocompatibili e la cura di lasciare l’ambiente nello stato di pulizia in cui lo si è trovato. I record da battere sono quello di Nadir Maguet, vincitore nel 2017 in 35’06”, e di Chiara Giovando, prima nel 2018 in 44’32”. Tra i diversamente abili, invece, spicca la prestazione sotto le due ore di Moreno Pesce (presente al via anche in questa edizione), lo scorso anno in vetta in 1h59’58”. Nell’albo d’oro anche lo svizzero Emmanuel Vaudan (nella foto) (38’21” nel 2018) e la biellese Barbara Cravello (45’33” nel 2017). Per permettere agli appassionati di seguire la manifestazione è stata anticipata la prima corsa della funivia alle 7.30: gli organizzatori hanno previsto un premio per i primi 50 spettatori che arriveranno in vetta.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome