E’ morto giovedì mattina all’ospedale di Biella Norberto Rovere, 85 anni, uno degli sportivi più conosciuti e apprezzati del Biellese. Appassionato podista, aveva concluso la sua ultima gara lo scorso 25 febbraio. Era un Veterano dello Sport biellese: alpinista, sciatore, senatore della marcia del Gran Paradiso, concorrente alle prime edizioni della Marcialonga, fondatore della società Amici del Fondo. Da qualche giorno era ricoverato per i postumi di una caduta che gli è stata fatale a causa delle sue precarie condizioni di salute.
Norberto Rovere era uno dei decani del podismo locale: una passione coltivata da lunga data che lo ha portato probabilmente a gareggiare in tutte le competizioni organizzate nel Biellese presenti e passate, nelle ultime stagioni con la maglia azzurra della Podistica Vigliano (di cui è stato più volte campione sociale) e prima a lungo con quella degli Amici del Ciclo e del Gs Pavignano.
Tanto per fare un esempio era atleta che negli anni ‘80 correva la Biella Oropa in 1 ora e 13 minuti e che da settantenne riusciva ancora a completarla sotto le due ore. Ma non solo. I famigliari e gli amici più cari conservano di lui anche il ricordo di un vero sportivo che nella sua vita ha praticato varie discipline, dallo sci, alla canoa, dalla bicicletta allo ski roll solo per citarne alcuni.
La fatica non lo ha mai spaventato neanche da ultra ottuagenario: lo ricordiamo nel 2018 prendere parte alla 2ª edizione della Balma-Piedicavallo, gara con una “rampa” finale che ha fatto penare anche runners ben più giovani e di altissimo livello.
Ma non è tutto: l’età avanzata non gli aveva impedito di continuare a frequentare con assiduità il mondo delle corse locali senza disdegnare alcun appuntamento, anzi era uno dei più presenti nelle varie manifestazioni “non competitive” sparse qua e là sul territorio, dove spesso veniva premiato come partecipante più anziano o, come gli piaceva dire, diversamente giovane. Aveva anche avuto l’onore e il piacere di portare la fiaccola dei giochi Special Olympics organizzati di recente a Biella.
Col passare degli anni era diventato uno dei “motivatori” del gruppo di coda, quegli atleti che affrontavano l’evento camminando e corricchiando, godendosi metro dopo metro il percorso in amicizia e con la sportività che lo ha sempre contraddistinto. Lo ricordiamo simpaticamente chiacchierone, sempre sorridente e pronto alla battuta con i suoi inseparabili bastoni da Nordic Walking. Quel tic toc ritmato e il suo sorriso contagioso mancheranno a tutti.
Il funerale di Norberto è fissato per sabato mattina alle ore 10 nella Chiesa Parrocchiale di Chiavazza.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome