Gli organizzatori di eventi podistici prendano nota: le corse su strada sono sempre meno gradite nella nostra provincia. Ma forse questa è una ovvietà che tanti già hanno capito da tempo.
Dati alla mano, in questo primo quadrimestre del 2018 si è visto un calo vertiginoso degli iscritti alle classiche su asfalto, e non parliamo solo di Biella-Graglia e Biella-Piedicavallo, ma anche delle semplici “non competitive” di paese. Mentre i trail e le cosiddette corse in natura spopolano sempre più: a gennaio, all’Ysangarda Night, si toccò quota 500, a febbraio al Winter Brich circa 400, domenica mattina a Mongrando gli iscritti alla 2ª edizione del Trail della Diga sono stati poco più di 270 col 95 per cento di presenze di atleti del territorio. Quando la corsa verrà sdoganata anche fuori provincia, sarà facile raggiungere i numeri delle due appena citate.
Grande soddisfazione, dunque, in casa La Vetta Running e nel clan delle “Bestie Barbute”, gli organizzatori dell’evento che ha avuto come campo base la sede della Pro Loco Amici di San Michele di via Netro a Mongrando.
Bello il percorso, appesantito dalle piogge dei giorni precedenti, ma assolutamente in sicurezza, anche se non sono mancate cadute, storte e “bagni” di fango, come del resto è nel credo di chi si accinge a correre un trail.
Peccato solo la formula “non competitiva”: sarebbe indubbiamente più bello e gratificante per i partecipanti vedere classifica e tempi perché, a giudicare da sguardi, sprint e foga degli atleti al traguardo, di non competitivo c’è proprio poco, pur regnando il clima di festa e amicizia che contraddistingue questo tipo di manifestazioni.
Nessuna classifica, ma gli occhi di chi era al traguardo erano comunque ben aperti e dunque un po’ di onore ai migliori riusciamo a darlo.
Ha vinto Andrea Nicolo (già primo nella prima edizione nel 2017), precedendo Massimiliano Barbero e Ludovico Sanfilippo: i tre sono stati premiati a fine gara con dei riconoscimenti in natura. A seguire nell’ordine (sino al 15° posto) Enrico Alfisi, Mauro Buvet, Fabio Lovisetto, Andrea Martini, Valentino Osiliero, Diego Faedo, Davide Caser, Eugenio Gentile, Omar Zanetti, Simone Borri, Angelo Di Franco e Luca Pizzamiglio.
In ambito femminile successo per Marica Mainelli, premiata insieme a Rosetta La Delfa ed Elisa Travaglini. A seguire (sino al 10° posto), Ludovica Boetto, Rosa Orlarey, Esmeralda Toffan, Valeria Zorio, Martina Perotto, Stefania Campitelli e Kirsi Burzio.
Le parole del vincitore Andrea Nicolo, portacolori dell’Ugb, e del marchio “Mombarun” il suo nuovo negozio di scarpe a Biella, sono un bellissimo spot per questo evento: «Come l’anno scorso bella gara, bell’allenamento: ho incrementato il ritmo tra il secondo e il sesto chilometro e ho finito in tranquillità. La parte più bella di questa gara? La discesa: dal punto più alto fino alla diga il tracciato è molto bello da correre anche se oggi era fangoso. Mi son divertito. Molto bello anche il punto in piano della diga, faticoso da correre più di quanto si possa immaginare».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome