Molti atleti biellesi, come di consueto, hanno gareggiato in “trasferta” nello scorso fine settimana. Di alcuni di loro parleremo su “il Biellese“ di venerdì e successivamente su queste pagine on line, oggi scriviamo di chi ha affrontato una corsa lunga una settimana e di chi ha gareggiato con i kenyani.

Una corsa lunga una settimana è quella che ha visto protagonista la capitana del Gaglianico 74 Angela Alloisio che si è tolta la soddisfazione di conquistare il primo posto di categoria F65 nel “Giro podistico a tappe dell’Isola d’Elba” andato in scena da lunedì a sabato scorsi nell’isola toscana. La biellese ha duellato per tutte e cinque le tappe con la lombarda Vilma Motta (Libertas Cernuschese): staccata di 29 secondi dopo la prima tappa (lunedì 14 a Portoferrario, 4.5 km collinari) ha accumulato un ulteriore minuto e mezzo di svantaggio nella seconda (martedì 15 a Lacona in un trail di 8.8 km con circa 210 metri di dislivello positivo), ma nella terza (mercoledì 16 a Capoliveri, 15.5 km sulle pendici del monte Calamita) ha compiuto un vero e poco capolavoro staccando l’avversaria di ben 4 minuti e 9 secondi, passando al comando. Nelle successive due ha ancora allungato precedendo la lombarda di 52 secondi nella quarta (venerdì 18 nel “tappone” di Rio nell’Elba: 11 km con circa 600 metri di dislivello positivo) e di 16 secondi nella quinta ed ultima (sabato 19 a Portoazzurro) di 11.3 km collinari con qualche strappo impegnativo e un paio di passaggi in spiaggia. «Un bellissimo percorso, ma è stata duretta» dice Angiolina, atleta presente alla maggioranza delle corse podistiche locali. «Ho fatto le prime due prove così così, poi nella terza è andata bene, era la più lunga ma anche la più semplice». All’Elba è stata accompagnata dalla compagna di squadra Antonella Carrer e dall’amica Marisa che l’hanno spronata ogni giorno: «Loro prendevano l’aperitivo e io correvo…» dice divertita Angela «ma mi hanno aiutata molto». Antonella Carrer conferma: «Le prime due prove non le ha fatte con la sua solita grinta, quindi l’abbiamo punzecchiata e nella terza è andata alla grande: ha dato tutto. Siamo orgogliose di lei». Risultato finale 5 ore 38 minuti e 10 secondi con un vantaggio di 3’17” sulla rivale. Altri due biellesi hanno preso parte all’evento tra i circa 170 iscritti: Claudia De Mari (Olimpia Runners) ha terminato al 6° posto della categoria F60 col tempo complessivo di 6 ore 20 minuti e 33 secondi; Pier Paolo Vallera dell’Atletica Lessona, invece, è salito sul secondo gradino del podio nell’affollata categoria M70 col tempo di 4h19’59” con un distacco di circa 6 minuti e mezzo dal vincitore, Mariano Capponi dell’Atletica Senigallia.

A Igea Marina, in Romagna, invece, erano in gara tre biellesi portacolori dell’Atletica Lessona, impegnati nella 46ª edizione della Maratonina dei Laghi. Ha vinto la sfida in famiglia tra i “kenyani biellesi” Donato D’Alessandri, al traguardo in 1h45’56”, seguito da Giuseppe Mamino finisher in 1h52’58” e da Ivano Romagnoli che ha chiuso in 2h01’00”. Il percorso, molto veloce ma impegnativo, era interamente nella località balneare riminese quasi tutto su strada asfaltata, tranne l’attraversamento del Parco del Gelso. Successo assoluto per un kenyano doc: Jonathan Kosgei Kanda in 1h05’35”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome