Un momento del match Brc-Accademia (foto Brc/Antonio Mantovan).

Grande prova di Biella Rugby oggi, contro la capolista Accademia Nazionale Ivan Francescato. Imbattuti dalla prima giornata, gli avversari hanno deposto le armi al fischio finale del direttore di gioco, al termine di una intensa battaglia che ha visto alla fine gli uomini di Birchall e Shelford uscire vittoriosi con il punteggio di 32-29 e il bonus mete. Accademia entra in campo determinata ad aggredire i padroni di casa e ci riesce per tutto il primo quarto segnando anche una meta, non trasformata, al 12’. Biella, sconcertata dalla velocità e dall’organizzazione dei giovani opposti, in prevalenza atleti della Nazionale Under 20 che recentemente hanno battuto una squadra di pari età francese, accetta la sfida e inizia a rispondere agli attacchi con il giusto piglio. Al 15’ Biella trova la touche nei ventidue avversari. Non si forma la maul, ma Panigoni tenta di avanzare. Attacco respinto, Accademia libera al piede. Biella recupera il possesso e attacca ancora. Il placcatore di Remedello non rotola e Biella conquista la possibilità di calciare. Evans sceglie i pali nonostante la distanza e non sbaglia. Accademia risponde con una meta trasformata tre minuti più tardi. Al 25’ Evans, ancora fuori dai ventidue, per un pilone che non si lega in maniera corretta in mischia chiusa, decide di sfruttare nuovamente la punizione per calciare tra i pali. Biella a quota 6. Accademia non cede di un passo a al 30’ segna ancora con facilità e trasforma. L’ovale passa ai gialloverdi che preparano il colpaccio. Mischia fuori dai ventidue avversari, stesso errore dei giovani della Francescato, ma questa volta Biella si punta al bottino grosso e il calcio di Evans è indirizzato alla ricerca della touche vicina ai cinque metri. Si gioca una furba, Panigoni segna la prima meta per Biella e Evans trasforma. Si può fare! Deve essere stato il pensiero dei quindici uomini sul campo in maglia gialloverde che cinque minuti più tardi ripartono da una touche ai cinque metri. Questa volta parte il drive avanzante che si arresta solo con la meta di Vaglio. Evans trasforma e il primo tempo si conclude con un parziale di 20-19. Biella in percussione all’inizio della ripresa. Al 44’, l’arbitro assegna una sospensione temporanea a Zuliani. Biella deve approfittare della superiorità numerica. Raggiunge e oltrepassa la linea di meta, ma un probabile tenuto alto, fa ripartire il gioco da una mischia chiusa sui cinque metri. Mischia vinta, Evans avanza palla in mano e apre su Vezzoli che segna al centro dei pali. Facile la trasformazione del 27-19. Accademia, non abituata a subire, tenta l’impossibile, ma Biella tiene le redini del gioco fino al 50’ quando arriva la meta del 27-24. Troppo vicini e troppi i minuti ancora da giocare per lasciarsi sfuggire la meritata vittoria. Biella in attacco. Mischia ordinata, Della Ratta, Evans, Araujo, poi si passa alle fasi a terra fino alla meta del bonus segnata da Benchea al 65’. Evans manca la trasformazione. Sul 32-29 è tempo di chiudere il match. Iniziano i quindici minuti più lunghi. Accademia attacca all’impazzata, ma Biella difende con le unghie ogni centimetro della propria metà del campo. Non si passa e ad Accademia non resta che la resa.
Aldo Birchall: «Giocare contro l’Accademia non è mai facile, metà di questo gruppo è reduce da un’esperienza in Francia con l’Under 20 che li ha visti vincenti. Quello di oggi è un bellissimo risultato, molto importante, un momento speciale di questa stagione. Sapevamo che sulla velocità sarebbe stata una grande sfida. Bravi i nostri ragazzi che non si sono persi d’animo e pian pianino sono rientrati in partita. Ancora una volta, grande lavoro degli avanti che, pur arrivando da una prestazione negativa della scorsa settimana, oggi hanno fatto un lavoro di grande qualità. Confermo la teoria che viviamo partita per partita. Oggi abbiamo vinto, ma la strada è ancora lunga. I ragazzi stanno dimostrando di stare bene in questa categoria, cerchiamo di alzare l’asticella pian piano».

Serie A, VIII giornata
Acc. Naz. I. Francescato vs Biella Rugby 32-29 (20-19)
Marcatori: pt. 12’ m. Lai n.t. (0-5); 19’ c.p. Evans (3-5); 22’ m. Battista tr. Ferrarin (3-12); 26’ c.p. Evans (6-12); 30’ m. Ferrarin tr. Ferrarin (6-19); 35’ m. Panigoni tr. Evans (13-19); m. Vaglio Moien tr. Evans (20-19). s.t. 47’ m. Vezzoli tr. Evans (27-19); 50’ m. Ferrarin n.t. (27-24); 60’ m. Andreoni n.t. (27-29); 64’ m. Benchea n.t. (32-29).
Biella Rugby: Araujo; Rigutti, Grosso (54’ Marcuccetti), Benettin, Ongarello; Evans, Tomaselli (50’ Della Ratta); Cassutti, Du Plessis (45’ Pellanda), Vezzoli; Benchea, Panaro (60’ Loretti); Vaglio (56’ Careri), Romeo (75’ Sangiorgi), Panigoni (62’ Zacchero). Non entrato: Macchniz.
All. Birchall
Acc. Naz. I. Francescato: Borin; Batista, Leonardi (48’ Parrino), Schiabel (48’ Pintonello), Lai; Ferrarin, Jelic; Andreani (68’ Pozzobon), Zuliani (59’ Adorni), Meggiato; Zambonin, Panozzo; Hasa, Baldelli (52’ Lucchesi), Spagnolo (41’ Drudi). Non entrati: Neculai e Piantella.
All. Moretti
Arb. Sig. Franco Rosella (Roma)
AA1. Smiraldi (Torino)        AA2. Boni (Torino).
Cartellini: 44’ giallo a Zuliani (Acc. Naz. I. Francescato); 48’ giallo a Drudi (Acc. Naz. I. Francescato).
Calciatori: Sam Evans (Biella Rugby) 5/7; Ferrarin (Acc. Naz. I. Francescato) 2/5.
Note: giornata soleggiata, 11° circa, gara disputata sul campo sintetico. Spettatori presenti circa 350.
Punti conquistati in classifica: Biella Rugby 5; Acc. Naz. I. Francescato 2.
Player of the Match: Pietro Rigutti (Biella Rugby).

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome