La 16ª edizione della Ysangarda Trail è in dirittura d’arrivo: il percorso è segnato, i pettorali e le magliette commemorative sono pronte, il fango anche. Paolo Boggio e lo staff di Sport&Natura (nella foto alcuni dei componenti) aspettano i partecipanti domenica mattina all’Ecomuseo del Cossatese e della Baraggia in frazione Castellengo di Cossato: dalle 8 sarà possibile ritirare il pettorale per tutti i preiscritti e procedere alle iscrizioni last-minute per tutti coloro che lo vorranno. Al momento sono circa 350 che hanno già aderito, la maggior parte sul percorso competitivo di 19 chilometri, ma molti anche sul percorso non competitivo da 12 km aperto a tutti. Si attende un buon numero anche nel “Trail dell’Amicizia” che prevede un giro di 6 chilometri ipercorrendo la prima parte e l’ultima parte dei due più lunghi.
Completamente nuovo il percorso da 6 e da 12, leggermente variato nella sua parte iniziale quello da 19: per tutti la possibilità di correre nella splendida cornice del parco della Baraggia Biellese. L’arrivo, come di consueto, sarà nel millenario parco del Castello di Castellengo dove ad attendere gli atleti ci sarà prima un ricco ristoro dolce-salato e successivamente, nei saloni del maniero, il “Birra Menabrea & Pasta party” per rifocillarsi e far festa in attesa delle premiazioni per i migliori e, a sorteggio, per tutti i presenti.

«Vi aspetto per passare una bella giornata insieme in un posto bellissimo della nostra terra, nei boschi e nella “savana” della Baraggia Biellese» dice Paolo Boggio «Tutti e tre i percorsi non hanno nulla di pericoloso o di troppo impegnativo: tanti saliscendi, cambi di pendenze e qualche bella pozzanghera per la pioggia di questi giorni. Ma il fango non ha mai spaventato i partecipanti alla Ysangarda».

La partenza è prevista alle 9.30 per i partecipanti alla 19K, e successivamente ogni 5 minuti per gli altri.

Nella passata edizione sotto una classica pioggia novembrina a tratti battente e con parecchio fango sul percorso, tagliarono il traguardo in 328 con successi conquistati da Enzo Mersi e Monica Moia nel “lungo” e da Daniel Borgesa e Selena Bernardi nel “corto”. Il record di classificati con la pioggia è di 362 nel 2015, mentre con il sole si è superato per due volte il muro dei 500 nel 2013 e nel 2017. Il re della Ysangarda è il pollonese Enzo Mersi che si è aggiudicato la prova per ben 8 volte, vincendo in 4 edizioni il “lungo” di 30 km e in 4 edizioni il “corto” di 18 km. Nell’albo d’oro altri due plurivincitori, ovvero Alberto Porrino e Stefano Velatta con 2 successi a testa. Anche tra le donne una biellese in cima alla classifica: è Marcella Belletti, a segno 5 volte. Vincitrici multiple sono anche Monica Moia (3 successi), Cecilia Mora, l’olimpica di triathlon Beatrice Lanza e Joanna Drelicharz (2 successi).

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome