Volley, la Virtus Biella incanta: vinta l’andata della semifinale. Sabato sera in Lombardia la gara di ritorno

0
1048

Oltre 500 persone mercoledì sera al PalaSarselli, con posti a sedere già occupati mezz’ora prima dell’inizio della gara, la prima semifinale play-off per la B1 della storia della Virtus: in campo le ragazze griffate Prochimica Novarese e le quotate bergamasche del Lemen di Almenno. Serata speciale con la presenza di tantissime atlete del settore giovanile, uno speaker a raccontare la partita, la gara in diretta tv su ReteBiella con il competente commento di Luca Secchi (tecnico del Chieri appena promosso in A1), il tifo organizzato da un gruppo di volenterosi ragazzi: cose che da tempo non si vedevano al PalaSarselli.
Coach Cristiano Mucciolo aveva un po’ di timore della reazione emotiva delle sue ragazze ad una gara (e ad un ambiente) di questo tipo ma è stato ripagato da una prestazione maiuscola, con poche sbavature provocate anche e soprattutto dalla bravura delle avversarie, reduci dal doppio successo sul Pavic.
Pronti via e i 18 giorni di pausa si interrompono subito con le schiacciate della centrale Elena Ubezio, straripante sia in attacco, sia a muro: 15 punti per lei. Top scorer alla fine risulterà Miriam El Hajjam con 19 punti e una prestazione maiuscola: un grave errore delle avversarie sottovalutarla pensando forse più a “marcare” capitan Morandi. Senza sbavature la prova corale in ricezione e difesa con Baratella a “comandare” il reparto nel migliore dei modi.
Il primo set è sempre nelle mani biellesi e si chiude con un eloquente 25-18. Le ospiti non ci stanno e nel secondo scappano via dal 17-17 al 20-25. Sull’1-1 esce tutta la cattiveria agonista delle nerofucsia: il terzo set è una passerella che porta da 13-7 a 18-10 e infine a 25-16. Spinte dall’adrenalina per la vittoria all’orizzonte le chiavazzesi allungano decise anche nel quarto (17-11) controllando sino al 25-19 che sancisce il 3-1 finale.

Il primo commento è del già citato Luca Secchi: «Biella ha vinto grazie ad una correlazione muro-difesa più puntuale, ad un buon livello di battuta e alla differenza fatta dalla ricezione. Mvp dell’incontro? Grandissima partita di Morandi, seppur poco appariscente, e di Mariottini, ottima sia dal punto di vista tecnico che nelle scelte tattiche».

L’emozione le atlete della Virtus Biella l’hanno provata fin dal loro arrivo al PalaSarselli: ad accoglierle un palazzetto tutto colorato di nero e fucsia con palloncini e stendardi, ma non solo, anche il simpatico striscione dei “110% Cani Sciolti” il gruppo di tifosi che ha organizzato, insieme alla società, le coreografie e che ha indossato un elegante papillon fucsia, come il cane Braccobaldo raffigurato.
Sul muro anche una gigantografia delle atlete con una scritta “Grazie Ragazze”. Sì, perché comunque vadano questi playoff, questa serata e la stagione rimarranno memorabili.
Cristina Mariottini, una delle migliori in campo, chiavazzese nata e cresciuta nel quartiere, non nasconde l’emozione. «Quando hanno tirato fuori il telo in tribuna mi sono venuti i brividi. Ho ripensato a tanti anni fa quando ero io là dietro a tifare per le ragazze tenendo quel telo che all’epoca era giallorosso, i colori della prima Virtus. La chiave del successo di questa partita? Siamo state brava a trovare i loro pochi punti deboli. Loro hanno marcato molto Bogliani e Morandi, noi probabilmente le abbiamo sorprese cambiando gioco e trovando tante volte il muro a uno. In settimana avevamo preparato la partita molto in battuta e in questo fondamentale le abbiamo messe in difficoltà: è vero, abbiamo sbagliato molto, ma quando si forza è così.
Francesca Fossati è stata tra le migliori in ricezione: «Loro sbagliano pochissimo e hanno attaccanti di palla alta molto forti: per portarla a casa non abbiamo mai dovuto mollare; una prestazione di carattere e di squadra. Ora sarà durissima ma andiamo là con una convinzione in più: ci crediamo tanto e possiamo chiudere la serie senza dover arrivare allo spareggio. Il pubblico? Fantastico! Ci aspettavamo il pienone, ma non così. Bellissimo l’affetto verso di noi, anche delle tante bimbe del settore giovanile presenti».

Sabato sera ad Almenno il ritorno: con una vittoria la Virtus andrebbe in finale (contro la vincente tra Ostiano e Arco di Trento, 3-2 all’andata); una vittoria delle bergamasche, invece, porterebbe la serie allo spareggio che sarebbe nuovamente a Biella mercoledì 30 maggio alle ore 21.

Prochimica Virtus-Almenno 3-1
Parziali: 25-18, 20-25, 25-16, 25-19.
Prochimica Novarese Virtus Biella: Mariottini 4, Morandi 17, Bogliani 8, Ubezio 15, Fonsati 10, El Hajjam 19, Diego 0, Piccioni 0, Bevilacqua 0. Libero: Baratella. Ne: Peruzzo, Cavalieri, Zecchini. All. Mucciolo e D’Ettorre.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome