Minaccia aggravata, detenzione abusiva di armi e omessa denuncia delle stesse: queste le accuse di cui dovrà rispondere U. V., 77 anni, residente a Cossato. L’uomo, nella giornata di ieri, giovedì 16 maggio, ha allertato i carabinieri a seguito di una lite con il vicino di casa. Durante il diverbio però lo stesso avrebbe minacciato di morte l’altro puntandogli al petto una carabina ad aria compressa. La reazione della controparte, un 47enne, è stata pronta: gli ha tolto di mano l’arma, l’ha spezzata in due per poi continuare la lite con le mani. Nei guai con la legge è finito il richiedente perché trovato in possesso, oltre che della carabina spezzata, di altre due carabine ad arie compressa prive di matricola e di una pistola calibro 9 non denunciate. Colpito con un pugno al volto il 77enne è stato medicato dai sanitari del 118. Nessuno dei due ha voluto presentare querela nei confronti dell’altro ma i carabinieri hanno preceduto d’ufficio.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inerisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome